Apple al lavoro sugli occhiali del futuro

Pochi giorni fa una notizia del giornalista Mark Gurman  del noto sito americano Bloomberg narrava che una certa azienda di nome Apple starebbe sta lavorando alacremente allo sviluppo di un visore pre Realtà Aumentata speciale, con una forma che si avvicina a dei classici occhiali da vista. La nuova tecnologia viene sviluppata sotto il nome in codice di “T288” dagli addetti ai lavori: si stima debba essere pronta entro il 2019 e potrebbe spedire le prime versioni di test già nel 2020. Essendo una corsa allo sviluppo non è detto però che le date possano addirittura anticiparsi.

 

Il sistema operativo che gestirà la nuova tecnologia è basato su iOS ed è stato soprannominato rOS ( Reality Operative System ), esso svolgerà le stesse mansioni che tvOS gestisce per Apple TV, macOS per Mac e watchOS su Apple Watch .

Apple non ha ancora finalizzato il modo in cui gli utenti potranno cambiare e lanciare le applicazioni con i nuovi occhiali ma stanno studiando uno speciale touch screen, oltre all’ attivazione vocale tramite Siri (con le airPods diventerebbe qualcosa di magico) ed a precisi movimenti della testa  secondo il rapporto scritto da Mark (personalmente mi viene in mente uno sviluppo di applicazioni su Apple Watch direttamente connesse al dispositivo, farebbe molto “gesture del terzo millennio” lanciarle applicazioni dall’ orologio! ndr).

Gli ingeneri stanno stanno sviluppando una vasta gamma di applicazioni, dalla mappatura all’ invio di messaggi di testo a funzionalità più avanzate, tra cui sale riunioni virtuali e riproduzioni video a 360 gradi che saranno scaricabili con la stessa semplicità conosciuta con iPhone, Watch, Apple TV e Mac.

Il team di sviluppo è lo stesso dietro ad ARKitil software che fornisce agli sviluppatori gli strumenti per creare applicazioni in realtà aumentata per iPhone e iPad.

Il CEO di Apple Tim Cook parla in questo modo di un visore che sarà pronto in un periodo di pochi anni:

“Al giorno d’oggi posso dire che non esiste ancora una tecnologia in grado di rendere merito a questo nuovo modo  di vivere la realtà aumentata”, dice Cook. ” Non dobbiamo essere i primi a tutti i costi, bensì volgiamo essere i migliori a creare esperienze nuove e uniche per le persone. Avere qualcosa in brevi tempi vorrebbe dire creare qualcosa di cui nessuno sarebbe soddisfatto,”

 

Vi terremo aggiornati appena ci saranno dei risvolti su questi nuovi fantascientifici occhiali per la Realtà Aumentata.


 

Ti è piaciuto il nostro articolo? Condividilo nel tuo social preferito cliccando una delle icone qui in basso!

Grazie del tuo supporto, a presto!

Stay tuned

 

Nibes AR Team

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *